Fan Stilian Noli
Scanderbeg
traduzione di Alessandro Laporta e Halil Myrto

pp. 184
9
978-88-8621-104-8

Questa biografia di Giorgio Castriota Scanderbeg rievoca la figura storica dell’eroe della resistenza cristiana all’avanzata ottomana nei Balcani nel secolo XV: uomo politico e guerriero ammirato e incoraggiato, fra gli altri, da Alfonso il Magnanimo di Napoli e d’Aragona, e da Enea Silvio Piccolominii, papa Pio II, ritenuto da tutto l’occidente europeo come il naturale condottiero della crociata contro l’Islam. È un affresco rinascimentale in cui, sullo sfondo delle lotte e delle inerzie degli stati cristiani d’Europa, è in primo piano l’impari lotta del signore d’Albania coi sovrani più potenti del tempo, i sultani Murad II e Maometto II. Lo storico F.S. Noli racconta le trame familiari e gli intrecci internazionali – le battaglie, le guerre, i tradimenti – nei quali Scanderbeg è vittima e insieme agonista. Lo sguardo rivolto all’Albania dei suoi tempi, lo storico rivive nell’epopea di Scanderbeg la storia di sempre del suo paese: troppo piccolo per non suscitare le ambizioni dei vicini, troppo fiero per accettare qualsivoglia sudditanza, punto di incontri e di scontri, carrefour fra oriente e occidente e, forse proprio per questo, occasione di pensosa riflessione sulla pace e la convivenza.