ALBERTO BENISCELLI
L'ORDINE E IL PERICOLO
Conflitti idee dissacrazioni nella cultura letteraria tra Cinque e Settecento

pp. 304
18
978-88-8234-215-9

Gli studi che compongono il volume attraversano la letteratura tra la fine del Cinquecento e l’ultima metà del Settecento, mantenendo quale privilegiato campo d’osservazione la cultura secentesca, con le conflittuali asperità che la confermano terreno di incubazione e crescita delle idee verso il relativismo dell’età moderna. Dedicati al topos della città assediata e alla figura del predicatore in armi, i primi due capitoli sono di impronta «battaglista». La coppia intermedia si occupa di geografie “irregolari” in relazione alle tensioni ideologico-politiche e alle corrispondenti scelte letterarie, come quelle ricostruibili all’interno della storia culturale delle repubbliche di Venezia e Genova. I testi conclusivi sono incentrati sulla riscrittura dei passi della Genesi riguardanti l’Eden primigenio e sullo schermo solo in apparenza innocuo della tradizione pastorale.